“Piacenza capitale della cultura per il 2018”: la proposta di Foti e Opizzi

25 agosto 2015

piacenza vista aerea centro città

“Lo straordinario successo ottenuto dall’iniziativa volta ad individuare la Capitale europea della Cultura 2019, titolo attribuito alla città di Matera, ha suggerito al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali di selezionare ogni anno la “Capitale italiana della cultura”, al fine di sostenere, incoraggiare e valorizzare l’autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della cultura”. Lo sostengono i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, Tommaso Foti ed Erika Opizzi, in una mozione in cui sottolineano che “la città candidata può includere, nell’area interessata dai programmi e dai progetti, porzioni territoriali attigue e ricadenti nella circoscrizione di Comuni confinanti, previo assenso delle amministrazioni interessate”.

Dopo avere evidenziato che “il conferimento del titolo “Capitale Italiana della Cultura”, si propone l’obiettivo di sollecitare le città e i territori a considerare lo sviluppo culturale quale paradigma del proprio progresso economico” i consiglieri di Fratelli d’Italia ricordano che ” il Comune di Parma, che ha aderito al bando del Ministero dei Beni Culturali, è stato ammesso alla seconda fase della selezione e risulta l’unico candidato dell’Emilia-Romagna per il titolo di “Capitale italiana della Cultura” per l’anno 2017.”
Foti e Opizzi chiedono, quindi, al Sindaco Dosi l’impegno “a volere presentare, entro il termine previsto e con le modalità indicate dal decreto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Territorio del 12 dicembre 2014, la domanda di candidatura, corredata dal richiesto dossier, della città di Piacenza a Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2018”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE