Val Nure

“Non potrò mai perdonare”.
Parla la moglie dell’uomo investito

3 settembre 2015

Lucia Prici

“Non potrò mai perdonare una cosa del genere, mai nella mia vita, mai”. Sono parole cariche di sconforto e tristezza quelle di Lucia Aprici, la moglie di Pinuccio Zambianchi detto Giorgio, il 61enne travolto e ucciso lunedì sera a Pontenure. L’uomo viaggiava con la moglie a bordo del suo scooter quando sono stati travolti da un’auto condotta da un 47enne sulla via Emilia Parmense tra Montale e Pontenure.

“Eravamo sposati da 37 anni – ha detto la donna, ancora in ospedale, ai microfoni di Telelibertà – e non avendo figli eravamo solo io e lui. Una vita passata sempre insieme, per cui sono rimasta sola, ma sola veramente. E questo non potrò mai perdonarlo, d’avermelo strappato in questo modo. Mai”.

DETTAGLI OGGI SU LIBERTA’ IN EDICOLA 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Nure Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE