Piacenza

Il tecnico Asl arrestato si difende: “Estraneo a tutti i reati contestati”

4 settembre 2015

procura-piacenza-1024x682

Avrebbe utilizzato l’automobile di servizio per scopi privati e per portarci in giro altre persone; non solo, avrebbe utilizzato anche altri strumenti di pubblica proprietà sempre per scopi privati. Per questi motivi un tecnico di medicina legale dell’Asl è stato arrestato con l’accusa di peculato per distrazione e truffa aggravata. L’uomo sarebbe stato arrestato l’altro giorno, mentre pare si accingesse a svolgere il suo servizio di tecnico dell’Asl in occasione dell’incidente stradale avvenuto a Pontenure nella serata di lunedì.

Il tecnico sarebbe stato convocato al Comando della polizia municipale di Piacenza, dove gli sono stati contestati i reati e per lui sono scattate le manette. L’autorità giudiziaria ha disposto gli arresti domiciliari. La notizia del suo arresto è trapelata ieri ed è stata confermata dalla Procura della Repubblica. In merito, l’avvocato difensore dell’indagato, Gianmarco Lupi, ha commentato brevemente: “Per il momento non posso fare commenti su quanto accaduto, riservandomi eventuali dichiarazioni dopo l’interrogatorio di garanzia”.

In mattinata l’indagato è comparso assieme al suo legale di fronte al Gip Giuseppe Bersani, respingendo ogni accusa e provando a fare chiarezza sui fatti che gli vengono contestati. L’avvocato difensore ha quindi chiesto che il suo assistito sia rimesso in libertà e possa tornare a svolgere pienamente il proprio servizio.

LA POSIZIONE DELL’ASL: “PRONTI A LICENZIARLO” – La direzione generale dell’Asl prende una posizione molto dura: “Riteniamo molto gravi i fatti che stanno emergendo dall’indagine in corso. Si è già provveduto alla sospensione dal servizio del dipendente e si sta avviando il procedimento disciplinare sulla base delle contestazioni mosse. I reati oggetto dell’indagine sono di natura tale che, se accertati, in base al codice disciplinare, comporteranno la risoluzione del rapporto di lavoro. Data la natura dei tali reati, l’azienda Usl provvederà anche alla segnalazione alla Corte dei Conti per il risarcimento del danno erariale e, conseguentemente, avvierà le procedure per il risarcimento del danno subito”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE