Piacenza

Poliziotto in servizio in questura 12 ore nonostante la casa alluvionata

18 settembre 2015

questura

Ci sono tante storie drammatiche nell’alluvione che ha colpito il territorio piacentino la notte del 14 settembre e tante storie di dedizione. Una è quella dell’agente della questura di Piacenza Giulio Papa. L’operatore del 113 era in servizio la notte del dramma. La particolarità è che Giulio Papa è di Pontedellolio ed è là che risiede la sua famiglia.
L’operatore ha coordinato le Volanti nell’emergenza e terminato il turno di servizio è rimasto in centrale per dare una mano ai colleghi intenti ad aiutare la popolazione in difficoltà. Dopo 12 ore è andato a casa a spalare il fango dalla sua abitazione.
“Il comportamento di Giulio – scrive Sandro Chiaravallotti del sindacato Siap che ha raccontato la storia in una nota – è da paragonarsi a tanti comportamenti che tantissimi colleghi assumo quotidianamente, ma mi sia concesso di raccontare quello che è avvenuto quella notte maledetta in una sala operativa di una questura che il Governo vuole ridimensionare a commissariato”.
Tra le chiamate che Giulio Papa ricorda di quella notte ci sono i vicini della casa crollata a Ferriere e una donna in lacrime perché i tronchi le impedivano di uscire dalla sua casa di Bettola.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE