Provincia

Alluvione: 12 milioni di danni a strade e ponti della provincia

23 settembre 2015

Alluvione 2015 - Selva Ponte crollato

Pesantissimo il primo quadro che si è delineato alla viabilità provinciale dopo l’alluvione del 14 settembre. Sono state particolarmente danneggiate alcune strade e lesionati diversi ponti, come emerge dalla ricognizione in via di completamento da parte della Provincia. I maggiori danni si sono verificati lungo l’intera asta fluviale del Nure, a partire dalla zona della foce presso Roncaglia fino a monte di Ferriere, nell’intera Valdaveto e nell’alta Valtrebbia.

Per ciò che riguarda le strade provinciali, sono state particolarmente colpite la strada provinciale 654R di Valnure, caratterizzata dalla presenza di un numero particolarmente elevato di ponti (alcuni dei quali lesionati), la strada provinciale 586R di Valdaveto, rimasta per alcuni giorni impercorribile in diversi punti, e le strade provinciali nei comuni di Ottone, Cerignale e Ferriere.

Una prima stima degli interventi necessari per ripristinare la sicurezza della circolazione e risolvere le situazioni di maggiore criticità assomma per ora a circa 12 milioni di euro. “L’urgenza di molte situazioni non consente di attendere la disponibilità dei fondi regionali e statali che sono stati promessi” si legge in una nota della Provincia. Pertanto, in attesa che vengano resi disponibili tali fondi, la Provincia ha già avviato gli interventi più urgenti per far fronte alle emergenze e riportare la rete viaria ad accettabili condizioni di sicurezza, mettendo a disposizione 3 milioni e 360 mila euro, concentrando su tali situazioni le disponibilità di bilancio e revisionando quindi la programmazione iniziale dei lavori pubblici.

Tabella degli interventi

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val Nure Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE