Piacenza

Castelsangiovanni, arriva un centro di simulazione clinica in sala operatoria

30 settembre 2015

Sala operatoria

Una sala operatoria

Un’area di simulazione clinica e organizzativa sarà realizzata all’interno dell’ospedale di Castelsangiovanni, dove sarà riprodotta una sala operatoria virtuale, in un contesto di assoluta realtà, con tutte le apparecchiature funzionanti: defibrillatore, infusore di farmaci, strumenti di emergenza.

Il centro organizzerà attività formative in simulazione in cui saranno ricreati scenari clinici realistici utilizzando sofisticati manichini a grandezza naturale gestiti da computer, in grado di riprodurre i segni fisiologici normali e patologici e di rispondere ai trattamenti.

L’elevato realismo dello scenario consentirà ai partecipanti (medici, infermieri e altri professionisti) di sentirsi “immersi” in una vera condizione clinica, potenziando l’apprendimento: si troveranno in un contesto nel quale, proprio come nella vita quotidiana, dovranno valutare rapidamente i dati di un certo paziente, prendere delle decisioni operative e operare in rapporto con gli scenari preparati.

Il progetto è stato presentato questa mattina nella sede della Fondazione di Piacenza e Vigevano, che ha dato il suo sostegno economico all’Ausl di Piacenza che l’ha messo a punto allo scopo di creare uno spazio altamente specializzato dedicato alla formazione e all’addestramento del personale sanitario, all’interno del quale si utilizzerà la simulazione come tecnica di formazione.

Terminata la ristrutturazione del blocco operatorio dell’ospedale di Piacenza, si prevede un cambiamento di sede con lo spostamento delle dotazioni tecnologiche e dell’attività di formazione all’interno di un’apposita area dedicata.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE