Economia piacentina: bene alimentare e industria, flessione per l’export

30 settembre 2015

camera di commercio

Ha subìto una leggera battuta d’arresto il flusso delle esportazioni piacentine nel corso del primo semestre del 2015: a fine giugno 2014 le merci esportate avevano totalizzato il valore di 1.811 milioni di euro, mentre al 30 giugno 2015 il complesso ha raggiunto i 1.798 milioni di euro. La variazione calcolata è stata quindi del -0,7%.

Analizzando i dati, contenuti nel report semestrale della Camera di Commercio di Piacenza, si può notare che il rallentamento si è verificato soprattutto a carico del comparto tessili e abbigliamento che aveva spinto in modo molto energico l’export piacentino, anche se non di manifattura locale.

Una leggera flessione ha riguardato anche il settore dei prodotti in metallo (-1,2%) mentre segno positivo si è registrato sui movimenti degli altri settori “forti” dell’economia provinciale. La crescita dell’export per l’industria dei macchinari è stata pari al 2,3%, per quella dei mezzi di trasporto del 2,4%, per quella degli apparecchi elettrici del 7,4%.

Nel complesso si è registrato un risultato molto buono del settore alimentare che ha totalizzato una crescita a due cifre (+16,5%), guidata da quella dei prodotti alimentari (+19,3%). In frenata invece le vendite delle bevande.

Il report completo della Camera di Commercio

Screenshot - 30_09_2015 , 12_15_46

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE