Piacenza

“Custodite la privacy”. Da inizio anno 375 denunce, 15 sono sex estorsion

28 ottobre 2015

Una vita da social (1)

“Siate gelosi della vostra privacy”. È questo il messaggio che gli esperti della polizia di Stato hanno lanciato questa mattina ai 150 giovani che hanno partecipato agli incontri legati alla iniziativa “Una vita da social”. Il maxi camion ha parcheggiato sul pubblico passeggio e ospitato gli studenti piacentini, a cui sono stati lanciati alcuni avvertimenti molto chiari: “Internet, Facebook e tutti i social network rappresentano una straordinaria opportunità, ma devono essere usati con attenzione e consapevolezza. Basta che la vostra foto finisca nelle mani di uno sconosciuto malintenzionato e potrebbero per voi arrivare guai seri”.

Altrettanta attenzione va dedicata a un altro fenomeno: “Anche un solo giudizio sprezzante scritto su Facebook e visto da migliaia di persone può diventare un macigno per chi lo riceve, bollandolo a vita. Il cyberbullismo è in costante crescita e si tratta di un reato grave: pensate bene alle conseguenze di tutto ciò che scrivete e postate sui social”.

REATI – Ammontano a 375 le denunce e querele che la Polizia postale di Piacenza ha ricevuto dal primo gennaio al 26 ottobre scorso; di queste 15 sono sex estorsion, 122 truffe on line e 62 utilizzi indebiti di carte di credito. E’ quanto emerge dai dati forniti dalla sezione locale di Polposta; reati che hanno portato alla denuncia di 76 persone.

Il rapporto completo

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Cultura e Spettacoli Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE