Piacenza

Autovelox itinerante: da luglio già 350 multe con lo scout speed

11 novembre 2015

scou speed

In meno di quattro mesi, da metà luglio a fine ottobre, lo scout speed ha permesso alla polizia provinciale di Piacenza di emettere 347 verbali per eccesso di velocità ai danni di altrettanti automobilisti pizzicati sulle strade piacentine.

Il dispositivo intelligente, installato su un furgoncino in dotazione agli agenti di via Garibaldi, rileva la velocità dei mezzi che viaggiano nello stesso senso di marcia e in quello opposto e scatta le foto quando registra gli eccessi. Sono numerose le chiamate arrivate alla polizia provinciale da coloro che hanno ricevuto a casa il verbale e che nella maggior parte dei casi non si sono accorti di essere stati pizzicati.

Le strade maggiormente controllate sono la Padana Inferiore, tra Caorso e Castelvetro, la provinciale tra Castelsangiovanni e Nibbiano, quella tra Piacenza e Carpaneto, il ponte Palladini e la Padana Inferiore tra San Nicolò e Castelsangiovanni. Il vicecomandante Luigi Rabuffi ricorda alle persone multate che è importante comunicare i dati di chi era alla guida durante la violazione per non rischiare di incappare in una seconda multa da 280 euro, come già capitato in 112 casi da inizio anno.

Complessivamente sono stati 1.495 i verbali emessi dalla polizia provinciale in materia stradale nei primi 10 mesi del 2015, a fronte dei 923 dell’intero 2014.
La polizia provinciale ha fornito anche i dati delle altre attività: in particolare si registra l’aumento dei verbali in materia ambientale, già 72 da gennaio ad ottobre, a fronte dei 65 dello scorso anno. Complessivamente le ore lavorate dal personale, con 17 operatori effettivi più la comandante Anna Olati, sono state 18.184. Tra queste si segnalano più di 225 ore di servizio straordinario per presidiare la viabilità a Fossadello dopo l’alluvione del 14 settembre.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Cultura e Spettacoli Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE