Blocchi Ikea, assolto manifestante

19 novembre 2015

Scontri davanti all'Ikea

E’ stato assolto oggi un giovane del collettivo “Guernica” di Modena, accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale durante una manifestazione di solidarietà del 26 luglio dello scorso anno nei confronti di alcuni lavoratori licenziati da una cooperativa di servizio, che prestava manodopera all’Ikea.

L’imputato si era sempre dichiarato innocente. Il Pm Sara Macchetta, al termine della sua requisitoria, aveva chiesto l’assoluzione per l’accusato, e il giudice Boselli lo aveva assolto perché il fatto non sussiste. Alla richiesta del Pm si era associato l’avvocato difensore Tatiana Boni del Foro di Modena, che al termine dell’udienza ha riferito: “Vorrei sottolineare che in questo processo anche il pubblico ministero ha chiesto l’assoluzione. Tutta questa vicenda si poteva chiudere prima di arrivare al dibattimento – ha detto ancora il legale -, non vi erano infatti elementi, per portare in giudizio il mio assistito. Vi erano inoltre fotografie dei fatti di cui si è parlato in aula e che hanno ampiamente dimostrato la totale estraneità dell’accusato a quanto successo”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca