Piacenza

Piacenza diventa un gioco: come conoscere la città in modo divertente

20 novembre 2015

Piacenza città delle tre C

“In che anno nasce il Ducato di Parma e Piacenza?”. E’ una delle 45 domande contenute nel gioco “Piacenza città delle tre C” nato da un’idea dell’associazione “Piacenza Cultura Sport” in collaborazione con l’onlus “Oltre l’autismo” a cui andrà il ricavato. Pensato per un minimo di due giocatori fino a un massimo di quattro si rivolge soprattutto ai bambini ma può essere utile, per un buon ripasso, anche ai grandi. È stato realizzato con materiale didattico e consentirà di conoscere la storia della città in modo semplice e molto divertente. Gli ideatori ci hanno lavorato quasi 3 anni per realizzarlo. Ogni banconota ha un simbolo di Piacenza, quella da 50 euro, per esempio, ritrae il conservatorio Nicolini.

La Città di Piacenza a livello popolare è conosciuta come Città delle tre “C”, dove ogni lettera rappresenta un suo aspetto caratteristico: Chiese, Caserme, e Conventi. Nel corso del tempo, al posto dei Conventi si sono affermate le Banche; da qui deriva il titolo Chiese, Caserme, Conti Correnti. Ogni parte del gioco fornisce informazioni utili: a partire dal tabellone che rispecchia il tracciato delle mura farnesiane per arrivare alle singole caselle a agli altri elementi del gioco a cui corrispondono vie e luoghi esistenti con domande ed eventi reali. Il gioco potrà essere sempre aggiornato grazie a materiale disponibile sul sito www.piacenzatrec.eu.

Il gioco verrà presentato alla cittadinanza sabato 28 novembre alle 16 in Sant’Ilario.

gioco_1

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery