Piacenza

Piacentini più responsabili alla guida: meno multe e pagamenti regolari

19 dicembre 2015

vigili urbani controlli

Mani sul volante, ma anche sul portafoglio: gli automobilisti piacentini stanno diventando più responsabili nei confronti del codice della strada e del pagamento delle multe. E’ quello che emerge da una analisi delle contravvenzioni emesse nei primi 9 mesi del 2015 rispetto al corrispondente periodo del 2014.

Il numero globale delle violazioni è sceso da 61.160 (nel 2014) a 53.825 (nel 2015), con un calo di circa 8mila atti: 7mila sono relativi a minori accessi abusivi in Ztl e mille ai parcometri.

I passaggi abusivi sotto le telecamere della zona a traffico limitato sono scesi infatti da oltre 39mila a poco meno di 33mila (17% in meno), ad indicare, come ha spiegato l’assessore al Bilancio Luigi Gazzola, “che gli automobilisti piacentini stanno cominciando a capire che le telecamere ci sono, funzionano e che le multe arrivano”.

Un po’ più limitato il calo delle contravvenzioni per i parcheggi – elevate sia dalla polizia municipale sia dal personale Apcoa, quest’ultimo autorizzato a controllare gli stalli blu ma non le auto in divieto di sosta – scese dell’8% da 7900 a poco più di 7200. Un dato destinato però a risalire da quando sono entrati in servizio, il 1° ottobre scorso, 5 nuovi ausiliari dipendenti del Comune e autorizzati ad elevare, parlando di parcheggi, le medesime contravvenzioni  dei vigili urbani. Gli avvisi lasciati sul parabrezza da inizio anno al 30 settembre erano infatti 18mila, lievitati di ulteriori 4mila nel solo mese di ottobre.

Maggior senso di responsabilità dei piacentini anche nella puntualità di pagamento delle multe: considerati gli 8mila atti in meno rispetto al 2014, che corrispondono a circa 600mila euro in meno per le casse comunali, la differenza di incassato, sempre rispetto ai primi nove mesi dello scorso anno, è di “soli” 50mila euro.

“Le motivazioni di questa regolarità – ha spiegato il comandante della Polizia Municipale Stefano Poma – sono sostanzialmente due. Una di tipo “psicologico”: l’esperienza insegna che i cittadini sono più propensi a pagare le multe prese direttamente dai vigili in persona, rispetto a quelle fatte con strumentazioni non presidiate che generano una sorta di “riluttanza” al pagamento, e avere emesso meno multe per transiti abusivi in zone controllate automaticamente dalle telecamere significa anche un minor tasso di possibili mancati pagamenti. La seconda è puramente economica: lo sconto del 30% per i pagamenti effettuati entro 5 giorni è un buon incentivo a pagare subito”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE