Ruba 50 euro da portafogli smarrito, due anni al dipendente comunale

29 Gennaio 2016

IMG_4370.JPG

Condanna a due anni per il dipendente comunale accusato di peculato e falsità ideologica per avere intascato 50 euro trovati in un portafogli smarrito che era stato consegnato al comando della polizia municipale.

Il presidente del Tribunale Italo Ghitti ha concesso al dipendente le attenuanti generiche, la sospensione condizionale della pena e la non menzione, ma nel contempo ha deciso l’interdizione dell’imputato dai pubblici uffici per cinque anni. Il difensore, avvocato Gianmarco Lupi, ha annunciato ricorso in Appello.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà