Nuovo argine a Roncaglia, lavori a maggio. Bosi ha riaperto

09 Febbraio 2016

torrente Nure a Roncaglia (fsl) (5)-800

E’ arrivato l’ok al progetto del nuovo argine di Roncaglia: la Conferenza dei servizi riunita in Comune a Piacenza ha dato via libera alla barriera difensiva, che sarà realizzata con la terra prelevata in quattro punti nei pressi della frazione. Entro la fine di febbraio, saranno assegnati i lavori e a maggio si aprirà il cantiere. Tempo permettendo, a settembre dovrebbe essere completato l’argine, che ha un valore complessivo di 850mila euro. In due settimane sarà completato inoltre il muro di difesa di Farini e le case di via Roma potranno tornare ad essere ufficialmente agibili. Nicola Bosi, della Compensati Bosi di Roncaglia, è riuscito a far ripartire l’azienda che ha avuto più di un milione di euro di danni. In quattro mesi e mezzo, senza ancora alcun aiuto ricevuto, è stato rimesso in funzione il 50 per cento dei macchinari: al lavoro, quindi, sono tornati quasi tutti i ventidue dipendenti dello stabilimento, ad eccezione di un piccolo gruppo. Resta comunque la paura, perché l’acqua, dopo la pioggia di domenica, è tornata a bussare alla porta della frazione cittadina.

Roncaglia - 14 gennaio 2016

© Copyright 2021 Editoriale Libertà