Seconda ondata di maltempo, allerta per i fiumi. L’analisi climatica di Arpae

09 Febbraio 2016

pioggia, pozzanghere e fango (4)-1000

Come previsto nei giorni scorsi dagli esperti di MeteoValnure.it, una seconda, breve, ondata di maltempo è imminente sul Piacentino.
Già dal pomeriggio di oggi, dopo una mattinata di transizione, il cielo si è coperto di nubi, invaso da una perturbazione atlantica proveniente da sud ovest che, come per la precedente, porterà abbondanti piogge sui rilievi appenninici, soprattutto sul versante ligure.

Anche le alte valli Trebbia e Aveto saranno interessate, spiega una allerta meteo emessa dalla Protezione civile dell’Emilia Romagna, comportando un aumento dei livelli dei fiumi. Meno intense le piogge in pianura. Le temperature non subiranno particolari variazioni, rimanendo miti e sopra le medie di stagione.
Già dal tardo pomeriggio di domani la situazione meteorologica inizierà a migliorare.

L’anomalia climatica di questo caldo inverno è stata analizzata da Arpae Emilia-Romagna, durante il quale – spiega il rapporto – una quasi costante presenza di alta pressione ha mantenuto condizioni di stabilità e temperature molto superiori alla media determinando temperature eccezionalmente miti, assenza di precipitazioni, scarso rimescolamento atmosferico e quindi scarso ricambio di massa d’aria in Pianura Padana.
Negli ultimi tre mesi in montagna si sono registrati circa tre gradi in più rispetto agli ultimi anni, in pianura circa +1 grado. In particolare nella settimana dal 25 al 31 gennaio le temperature sono risultate molto superiori al clima con scostamenti settimanali tra +3/+5 °C in pianura e sino a +6/+8 °C sui rilievi.

Sul sito di Arpae l’analisi completa e l’Infografica

© Copyright 2021 Editoriale Libertà