Autista picchiato già aggredito nel 2015. “Bus presi d’assalto”

19 Febbraio 2016

Autobus

L’autista che mercoledì pomeriggio si è preso un pugno faccia era già stato picchiato sul bus. Nel febbraio 2015, si era ritrovato con un dito spezzato. Ora ha una frattura nasale, per la quale nei prossimi giorni sarà valutato un eventuale intervento. D.M. guida i mezzi pubblici da tredici anni ormai. Per lui, gli autobus sono diventati frontiere dell’invivibilità. “Quel ragazzo lo conosciamo tutti purtroppo, ha già preso numerose multe – ha spiegato l’autista -. Però prima del pugno aveva obliterato il biglietto, non capisco il perché del suo gesto, visto che era in regola. Mi ha preso alla sprovvista”. Prima dell’arrivo dei poliziotti, il ragazzo grida all’autista: “Lasciami andare, pensi che la polizia possa farmi qualcosa?” Così riferisce il conducente: “I pullman ormai vengono presi d’assalto. Un autista ci ha rimesso tre costole, è stato picchiato da tre ragazzi al capolinea, alle 21. Io devo lavorare, per forza, ho 51 anni, non posso cambiare lavoro”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà