Un calcio al disagio mentale, due “piacentini” ai Mondiali di Osaka

19 Febbraio 2016

LUN_9204

Dai campi di calcetto della Farnesiana, direttamente al primo campionato mondiale di Osaka in Giappone per persone con disturbi psichici. I due campioni selezionati sono Luis, 53 anni originario dell’Uruguay e Osamuyimen, 25 anni originario della Nigeria, rispettivamente portiere e terzino destro della formazione italiana che il 22 febbraio volerà in Giappone.

I due fanno parte della squadra di calcetto Cosmos costituita nel 2009 dal Centro Diurno del Dipartimento di Salute Mentale di Piacenza guidato dalla dottoressa Anna Laura Guacci. Mister della squadra è l’operatore Claudio Palmieri. Da appena una settimana è stata costituita anche “Cosmos-associazione di promozione sociale” il cui presidente è il dottor Giovanni Smerieri.

Luis e Osamuyimen hanno dovuto passare una dura selezione a Roma prima di diventare parte del team che parteciperà a questo primo campionato mondiale. A Luis Alberto è stata anche consegnata la fascia di capitano. Merito, forse, della sua grande esperienza nel mondo del calcio: in Uruguay ha infatti militato in serie B.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà