Maltempo, paura e allagamenti: prolungata l’allerta. FOTO e VIDEO

29 Febbraio 2016

IMG-20160229-WA0024

A poco più di 5 mesi dalla tragedia del 14 settembre scorso è tornata la paura per il maltempo che ha colpito città e provincia. Due giorni praticamente continui di pioggia hanno alzato il livello dei fiumi nel Piacentino provocando danni e disagi. Allagamenti, frane, strade inghiottite dall’acqua, questo il primo bilancio. Nel tardo pomeriggio di lunedì, la Provincia ha comunicato che tutte le strade provinciali chiuse per gli allagamenti sono state riaperte, fatta eccezione per quella tra Lugagnano e Morfasso, sulla quale è in corso un lavoro di rinforzo all’interno dell’alveo. Il collegamento riaprirà martedì a mezzogiorno. Anche la Prefettura comunica che la situazione è in miglioramento: è stato riaperto il sottopasso di Chiavenna, la strada di via Villetto ed il collegamento tra Paderna e Montanaro. Resta interrotta la comunale tra Veggiola e Riglio. I percorsi alternativi sono segnalati. La Protezione Civile nel frattempo ha prolungato alla giornata di domani la fase di preallarme ed attenzione.

VALCHERO – La situazione peggiore si è registrata nel bacino del torrente Riglio, che già da questa notte è straripato provocando allagamenti sulle strade interne del comune di San Giorgio e sulla provinciale verso Carpaneto.

A Veggiola di Gropparello una frana ha interrotto la strada, creando una voragine. Esondazioni anche a Casturzano e Costapelata.

Dall’una di questa notte il sindaco di San Giorgio, Giancarlo Tagliaferri, presidente della Protezione civile dell’Unione Valnure e Valchero, sta coordinando le operazioni per mettere in sicurezza strade e abitazioni, alcune delle quali sono state invase da oltre 50 cm di acqua. Nelle cantine il livello dell’acqua ha raggiunto un metro e mezzo. Fortunatamente al momento non si registrano feriti.

La situazione è critica anche in altre zone della provincia.

VALDARDA – Torrenti al limite e smottamenti si registrano nei comuni di Vernasca e Lugagnano. La strada che sale da Lugagnano verso Morfasso, all’altezza della cementeria, è a rischio chiusura in quanto erosa dall’Arda in piena.

Alla diga di Mignano, giunta quasi al limite della capacità di invaso, sono state aperte le paratie per consentire il deflusso dell’acqua, raggiungendo i 60 mc/sec. Con il passare delle ore è diminuita a 45 mc/sec.

Strada interrotta in località Torricella a Chiavenna Rocchetta nel comune di Lugagnano: il torrente Chiavenna è straripato erodendo completamente la strada. Vari smottamenti si sono verificati lungo la strada che collega la Valchero alla Valchiavenna. Il sindaco ha già contattato una ditta che nella giornata di oggi inizierà l’intervento di prima sistemazione perché oltre alla viabilità interrotta si è spezzato il tubo della fognatura ed è scoperto quello del gas.

Resterà chiusa fino alle 12 di martedì la provinciale 21 che da Lugagnano va a Mofasso e poi a Bardi perché l’Arda sta mangiando la strada nelle vicinanze del cementificio. “Non possiamo dire che siano eventi inattesi – ha commentato il sindaco di Lugagnano Jonathan Papamarenghi – perché li segnaliamo da anni. Avviamo subito un tavolo di confronto istituzionale perché i problemi sono molti, non aspettiamo che accada una tragedia”.

A Morfasso “La situazione è al limite nel comune di Morfasso – ha dichiarato il sindaco Paolo Calestani impegnato dalla notte nei sopralluoghi del territorio – ci sono criticità un po’ ovunque a Pedina, Teruzzi, Monastero, Olza. Fortunatamente avevamo fatto opere di prevenzione che hanno aiutato a contenere i danni ma una visione più completa ce l’avremo quando smetterà di piovere”. Il sindaco informa che la strada provinciale che collega le frazioni Casali e Pelizzone è franata ed è stato istituito il senso unico alternato.

VALCHIAVENNA – A Chiavenna Landi le provinciali per Cortemaggiore e Caorso sono state chiuse tutto il giorno per lo straripamento del torrente Chiavenna.

VALNURE – Nella notte è straripato il Rio Farnese.

VALTIDONE – Il Tidone è in piena, ed uscito dall’alveo a Rottofreno allagando i campi. Stessa sorte per il torrente Loggia, che ha allagato cantine a Gragnano in località Vallarsa.

FIUME PO – Al momento la situazione del Po è nella norma.

VIGILI DEL FUOCO – Numerosi gli interventi nella notte per i vigili del fuoco, impegnati in allagamenti e per la rimozione di rami caduti.

Emergenza Maltempo Il comunicato della Prefettura

Provincia di Piacenza – Limitazioni al traffico a causa del maltempo

Aggiornamento attività Consorzio di Bonifica

Maltempo: intervista a Massimo Valente (Aipo)

Il Nure a Roncaglia e il Riglio

Il Chiavenna erode completamente la strada in loc. Torretta a Chiavenna Rocchetta

Il Chiavenna a Roveleto e Chiavenna Landi

Il Chiavenna a Chiavenna Landi

Il Chiavenna a Caorso

Il Chiavenna a Fontana Fredda

Il Riglio a Paderna

Il Nure a Recesio

Il Nure a Bettola

Alluvione in Valchero

La situazione a Castellarquato

La situazione a Lugagnano

La situazione in Valnure

L’Arda mangia la provinciale 21 che da Lugagnano va a Morfasso

Valchero e Valchiavenna

Valriglio

Alta Valnure

Valdarda

© Copyright 2021 Editoriale Libertà