Pontenure: picchiata e stordita ma non era una rapina. Conosceva gli aggressori

11 Marzo 2016

IMG_4810-0.JPG

Aggressione ma non rapina a Pontenure. La straniera finita all’ospedale giovedì sera è stata picchiata per cause ancora da chiarire, verosimilmente per vecchie ruggini. Un giovane e una donna l’attendevano in strada, ma non per derubarla come era sembrato in un primo momento. E’ stato inoltre appurato che la stessa vittima dell’agguato ha spruzzato lo spray al peperoncino per cercare di difendersi. L’episodio è accaduto dopo le ore 19 sotto gli occhi di alcuni passanti. Le urla della ragazza, l’arrivo dell’ambulanza della Cri di Cadeo e delle forze dell’ordine e la concitazione del momento hanno fatto pensare che la straniera fosse stata vittima di una rapina. “Era terrorizzata e in evidente stato confusionale”, hanno confermato i testimoni. Nel giro di pochi minuti, la notizia è rimbalzata in paese creando parecchia apprensione. Solo stamattina, dopo aver raccolto varie testimonianze, è stato chiarito che si era trattato di una lite violenta. La straniera, medicata all’ospedale per una contusione alla testa, avrebbe riferito di aver riconosciuto gli aggressori.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà