Aggressioni notturne, salgono a tre le vittime del “maniaco del bomber”

06 Aprile 2016

bandito-rapina-passamontagna3

Salgono a tre le vittime del maniaco del bomber: sono le stesse ragazze assalite sotto la loro abitazione all’alba che raccontano quanto accaduto, ma alcune segnalazioni non confermate lasciano supporre che le vittime del maniaco possano essere almeno cinque o sei. Le stesse ragazze hanno contattato le nostre redazioni per spiegare quanto accaduto, con il solo scopo di mettere in guardia altre giovani.

Il 30 ottobre scorso una ragazza piacentina poco più che ventenne ha raccontato di essere stata aggredita mentre rincasava nella notte in via Foresti, trasversale di via Manfredi da un individuo che indossava un giubbotto e aveva il volto coperto da cuffia e sciarpa. “Era un uomo di corporatura magra, spalle larghe e alto circa un metro e settanta centimetri” racconta la vittima. Un altro episodio è avvenuto a marzo nella zona di via Emilia Pavese e un altro ancora a Pasquetta nella zona di viale Dante.

“Ero davanti al portone della casa dove abito, quando ho sentito improvvisamente dei passi. Mi sono voltata istintivamente e mi sono trovata davanti a quell’individuo che mi ha aggredita, sono caduta sulla schiena nel cortile ed ho incominciato a gridare. Lui si è spaventato ed è fuggito di corsa” aveva raccontato la giovane.

Tutti i dettagli in edicola oggi con il quotidiano Libertà 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà