Sacerdote piacentino accusato di pornografia minorile e adescamento

06 Maggio 2016

IMG_5299.JPG

Pornografia minorile e adescamento. Sono le accuse di cui deve rispondere un sacerdote piacentino che lavora nel Milanese e coinvolto in una vicenda giudiziaria che riguarda la violenza sessuale ad un minore.

Secondo la denuncia presentata da quest’ultimo alla Procura di Milano sarebbe stato un educatore della parrocchia che frequentava a fargli subire violenza. Il minore si sarebbe successivamente confidato con il sacerdote piacentino che gli avrebbe spiegato come quel fatto rientrasse nelle normalità e gli avrebbe quindi inviato foto pornografiche e lo avrebbe invitato a un incontro a tre.

Ora la Procura ha chiuso le indagini sul caso. L’educatore è accusato di violenza sessuale, il sacerdote (nel frattempo sospeso) di pornografia minorile e adescamento. La curia di Piacenza, tramite una nota stampa, precisa che “nessun sacerdote della diocesi di Piacenza-Bobbio esercita il suo ministero nel Milanese”.

 

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà