Bus in fiamme, ipotesi perdita di gasolio. Intossicati dimessi dall’ospedale

20 Maggio 2016

IMG-201605

Carburante perduto dal serbatoio dell’autobus numero 3 potrebbe essere all’origine del rogo che mercoledì mattina ha avvolto il mezzo pubblico provocando comprensibile timore fra i passeggeri e gli abitanti di via Borghetto, dove è avvenuto il fatto.

Ampie chiazze di carburante rinvenute lungo via Borghetto testimonierebbero la perdita del serbatoio del mezzo pubblico. L’ipotesi più probabile è che il serbatoio possa aver perduto gasolio che, scivolato sul motore, avrebbe preso fuoco. Ipotesi confermata dal fatto che le prime fiamme sarebbero divampate proprio nella parte posteriore in basso, dove appunto si trova il motore.

Intanto si è appreso che tutte le quattro persone rimaste intossicate dai fumi sprigionati dal rogo e sottoposte alle cure dell’ospedale, sono state dimesse nel giro di poche ore.

Degli accertamenti del caso si stanno occupando gli agenti della polizia stradale e i colleghi delle volanti di polizia. “Al momento non abbiamo ravvisato ipotesi di reato – ha riferito Ettore Guidone, comandante della polizia stradale di Piacenza -, i miei uomini stanno comunque ancora lavorando a quanto successo in via Borghetto”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà