Non versa il denaro dei bolli auto: tabaccaia piacentina arrestata per peculato

26 Maggio 2016

tabaccaia

Tabaccaia piacentina cinquantenne che non aveva versato all’erario i soldi incassati per i pagamenti dei bolli auto presso la sua ricevitoria è stata arrestata nel Salernitano dalla polizia. Riconosciuta colpevole di peculato, in quanto in qualità di pubblico ufficiale, avrebbe trattenuto il denaro destinato a titolo d’imposta alla regione Emilia Romagna, la commerciante piacentina era stata condannata a tre anni, un mese e dieci giorni di pena dal tribunale di Piacenza. I fatti di cui era stata accusata la donna risalgono al 2008. All’epoca gli accertamenti del caso erano stati svolti dai carabinieri della stazione Principale di Piacenza. Era poi seguito un procedimento giudiziario e la condanna è divenuta definitiva. Lo scorso 28 aprile il tribunale della nostra città aveva spiccato a carico della cinquantenne un ordine di carcerazione. 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà