Provincia

Caorso, consulta Anci vince il ricorso sul nucleare. In arrivo 26 milioni di euro

22 luglio 2016

centrale nucleare di Caorso (2)-800

Ventisei milioni arriveranno a Caorso grazie al ricorso vinto dalla Consulta delle servitù nucleari di Anci. L’iter era stato avviato quando il presidente della Consulta era l’allora sindaco di Caorso Fabio Callori.

A partire dal 2003 i cittadini utenti pagano in bolletta elettrica un contributo destinato alla dismissione e bonifica delle ex centrali nucleari dismesse e parte di questo contributo è diretto ai comuni sedi di servitù nucleari. Dal 2005 però lo Stato  ha portato all’assegnazione nel limite del 30% della quota spettante ai comuni. Da qui la battaglia legale condotta che oggi si conclude con la sentenza del Tribunale di Roma che riconosce il diritto dei comuni alle risorse spettanti, oltre agli interessi legali, e condanna l’Amministrazione centrale a restituire quanto trattenuto per un importo pari a 100 milioni di euro da destinare ai quattro comuni che hanno ospitato centrali nucleari.

Servitù nucleari

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE