Piacenza

Sindrome da rientro vacanze, anche i piacentini ne soffrono: “Ripresa traumatica”

23 agosto 2016

messico

“Non si ha mai tanto bisogno di una vacanza quanto nel momento in cui si è appena tornati” – scriveva l’opinionista statunitense Ann Landers in tempi non sospetti, quando non era ancora stato appurato dagli esperti che esiste una vera e propria “Sindrome da rientro” che rende i vacanzieri tornati in città stanchi, irritati e malinconici. Sono sintomi che spuntano a vacanze finite, soprattutto se prolungate. Il ritorno alla vita quotidiana, agli obblighi del lavoro, alla routine creano ansia e preoccupazioni. Perché accade? In termini semplici: fisico e mente si erano abituati a “un non dolce far nulla”. Per superare il disagio e mettersi il cuore in pace occorre una settimana. I consigli per riprendersi in fretta comprendono una dieta sana ed equilibrata e un ritorno graduale in ufficio.
“Il rientro è stato traumatico, anche quest’anno è già finito tutto – hanno spiegato i piacentini ai microfoni di Telelibertà.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE