Val Tidone

Biella, anziana trovata morta nel freezer: indagato il figlio. Vissuti a Castelsangiovanni

7 settembre 2016

Caserma carabinieri Biella

“Non volevo separarmi da lei. Per questo l’ho messa nel congelatore. Eravamo molto legati e abbiamo sempre vissuto insieme”.
Aveva vissuto per tanti anni a Castelsangiovanni con la madre il 63enne che ieri di fronte ai carabinieri avrebbe ammesso di aver conservato nel freezer il cadavere della mamma di 103 anni. La vicenda è avvenuta a Trivero, frazione sulle colline di Biella, in Piemonte.
A fare la macabra scoperta i carabinieri del comando provinciale di Biella.

La donna sarebbe morta per cause naturali e sul corpo non risulterebbero segni di maltrattamenti, ma sarà l’autopsia a dare un responso più chiaro.

L’uomo è ora indagato  a piede libero per occultamento di cadavere e truffa aggravata nei confronti dello Stato, perché  per mesi avrebbe continuato a percepire la pensione dell’anziana madre.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE