Piacenza

Turismo a Piacenza, meno contatti, più presenze. Albasi: “Aumentano i visit-attori”

8 novembre 2016

IAT

Turismo a Piacenza, calano i contatti, crescono le presenze. A un anno di distanza dal potenziamento delle iniziative turistiche, con l’ampliamento degli orari del punto di accoglienza per i visitatori, di piazzetta Grida, e l’introduzione di nuovi prodotti di merchandising, abbiamo fatto il bilancio con l’assessore al Turismo Tiziana Albasi, che introduce i dati spiegando che non sono esaustivi perche riferiti al primo semestre, mentre i periodi di maggior affluenza turistica vanno da marzo a luglio, ma anche dalla seconda metà di agosto a ottobre oltre al mese di dicembre.

“La motivazione – spiega Albasi – è dovuta al crescente numero dei cosiddetti visit-attori, ovvero turisti che si informano preventivamente tramite siti internet e app, e una volta giunti in città non hanno piu la necessità di documentarsi presso uno sportello turistico”.

La conferma arriva dal numero di contatti allo sportello Iat, passati da 6 a 4mila, e dal numero di mappe distribuite sceso da oltre 8mila a poco piu di 2mila.

L’evoluzione del turista-tipo ha indotto la regione Emilia Romagna a intraprendere una riorganizzazione dell’assetto turistico territoriale, che prevede la destinazione turistica Emilia che si estende da Piacenza a Parma fino a Reggio Emilia.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE