Val Nure

Mareto: addio a Gisella, storica albergatrice. Tra i clienti gli Inzaghi e Gianni Morandi

12 gennaio 2017

gisella morandi

Ha cucinato migliaia di piatti della tradizione. Non era solo pentole, grembiule e fornelli, Gisella. Appassionata di lettura e pittura, fin da quando era una splendida ragazza dagli occhi grandi, era un pezzo di montagna.

Gisella Morandi, vedova Demicheli, si è spenta all’età di 76 anni, nella sua Mareto, dove era una vera e propria istituzione, titolare dell’unico albergo e ristorante della zona, conosciuto da tutti, in provincia. Entrando nei locali dove Gisella era di casa, all’albergo dei Cacciatori conosciuto come Morandi, non mancano le foto alle pareti degli Inzaghi, ricordo di pranzi in compagnia, e, poco distante, la dedica di Gianni Morandi, che aveva apprezzato l’ospitalità dei Demicheli, nel 1967, quando faceva la leva militare. Era il 10 luglio, e scriveva parole di affetto verso la famiglia di Gisella, ricordando quanto la montagna fosse preziosa, da salvaguardare, da amare. “Che Mareto abbia un avvenire”, augurava il cantante.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Nure

NOTIZIE CORRELATE