Meningite a Piacenza: giovane donna ricoverata in gravi condizioni

25 Gennaio 2017

ambulanza pronto soccorso

Caso di meningite da pneumococco all’ospedale di Piacenza. Nel reparto di malattie infettive è stata ricoverata, nella notte tra il 24 e 25 gennaio, una donna sotto i 40 anni colpita da una meningite da pneumococco. Le condizioni della paziente sono serie e i sanitari stanno costantemente monitorando la situazione.

Il caso è stato segnalato al dipartimento di Sanità pubblica, così come è previsto dal sistema di sorveglianza nazionale – fa sapere l’Ausl tramite una nota – ma non è stata attivata nessuna profilassi antibiotica per chi fosse entrato in contatto con la donna perché non esiste un’indicazione trattandosi di meningite da pneumoccco, patologia infettiva ma non diffusiva. Lo pneumococco è frequentemente presente nel cavo orale – si legge nella nota – e da qui può raggiungere aree adiacenti e causare otite, mastoidite, sinusite e – nei casi di maggior severità – meningite e infezioni generalizzate (sepsi). In particolare, la paziente ricoverata in malattie infettive presentava seri fattori predisponenti verso una forma di infezione disseminata da pneumococco che è inizialmente esordita come otite. 
Com’è noto – prosegue Ausl – la pneumococcica è una delle forme più comuni di meningite, soprattutto negli adulti. Mentre la meningite meningococcica richiede l’avvio di una profilassi verso i “contatti” stretti, cioè le persone che hanno convissuto con la paziente, la meningite pneumococcica non richiede alcuna profilassi, in quanto non è una forma contagiosa”.  

© Copyright 2022 Editoriale Libertà