Pendolari piacentini

Trenitalia ammette: “Per 10 anni abbonamenti più cari del dovuto”

6 febbraio 2017

“I pendolari piacentini che vanno ogni giorno verso Milano potrebbero aver pagato per 10 anni anche 20 euro in più al mese di abbonamento rispetto a quanto sarebbe stato corretto”. La denuncia arriva dalle associazioni pendolari all’indomani di quanto rivelato da Assoutenti, che ha comunicato di aver raggiunto un accordo con Trenitalia per il nuovo calcolo delle tariffe. “L’azienda – spiega Assoutenti – ha riconosciuto che con l’algoritmo di calcolo attuale gli abbonamenti sovraregionali arrivano a costare fino al 33% in più di quanto dovrebbero essere tariffati. Trenitalia concorda sul fatto di portare la questione al tavolo della conferenza delle Regioni e delle Province autonome per giungere a una nuova intesa che ottimizzi quindi il modello di calcolo e che garantisca, allo stesso tempo, l’equilibrio economico dei contratti. Tutto ciò – prosegue – per ottenere un riallineamento tariffario di compensazione rispetto ai maggiori oneri fatti pagare agli abbonati sovraregionali in questi ultimi anni, così da garantire equità e giusto trattamento ai pendolari che quotidianamente usufruiscono del servizio. Ogni decisione in materia compete infatti alla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, titolari per legge della tariffazione regionale e sovraregionale”.

Il presidente dell’Associazioni pendolari piacentini Ettore Fittavolini ha definito la notizia “musica per le nostre orecchie” e auspicato una mobilitazione “per farci risarcire degli indebiti esborsi cui siamo stati costretti per anni”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE