Besurica, arrivano i primi nonni “vigili”. Mamme pronte per la petizione

24 Febbraio 2017

Sono arrivati alla Besurica i primi nonni ‘vigili’, Italo, Fiorenzo e Luigi. Di fronte all’asilo nido Pettirosso, hanno messo in azione i loro occhi, dietro gli occhiali. Uno è un ex salumiere, l’altro faceva il vigile di professione: “Se controlliamo, forse, la smetteranno di fracassare i finestrini delle auto delle mamme e di rubare le borse…”, è il commento. Ai nonni ‘vigili’ si sono spontaneamente aggiunti alcuni metronotte: “Abbiamo pensato fosse giusto controllare la zona, gratuitamente. Gli allarmi si sono intensificati. Le segnalazioni di finestrini delle auto rotti si ripetono, arrivano anche dal quartiere Infrangibile. In tanti, sostengono che ad essere sospetta sia una coppia di persone, un uomo e una donna, su un Opel corsa grigia”.

E le mamme incalzano: “Siamo pronte alla raccolta firme. Così non si può andare avanti. Oltre agli episodi di vandalismo e di furto, che si allargano anche ai giardinetti e ai campo giochi del quartiere, alcuni hanno scambiato via Pettorelli per una pista di Formula Uno. Vogliamo i dossi”.

Lunedì se ne parlerà in consiglio comunale, a Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà