Guardia di finanza

Vestiti, scarpe e borse “taroccati”, scoperto un magazzino a Gragnano

15 marzo 2017


Aveva sede a Gragnano una delle basi logistiche per la produzione lo smistamento di abiti e accessori “taroccati”. L’hanno scoperta gli uomini della guardia di finanza di Piacenza facendo irruzione in un magazzino di proprietà di un cittadino marocchino, all’interno del quale hanno rinvenuto circa 300 capi di abbigliamento, calzature, borse, orologi ed accessori con il marchio contraffatto delle più note case di moda.

L’attività delle Fiamme Gialle è partita seguendo una vettura sospetta, con targa francese, con diversi capi d’abbigliamento sui sedili. Il conducente, di nazionalità marocchina, non ha saputo spiegare la provenienza della merce e così è scattata la perquisizione dell’abitazione e del magazzino “al cui interno – spiega la Finanza – erano concentrati, oltre a vari capi contraffatti pronti per essere messi in commercio, anche etichette e supporti metallici indispensabili per la riproduzione e la confezione di capi di vestiario griffati”.

Tutto quanto trovato è stato sequestrato e lo straniero è stato denunciato per ricettazione, contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi, uso e detenzione di misure o pesi con falsa impronta.

“I successivi approfondimenti – concludono le Fiamme Gialle – hanno inoltre consentito di appurare che il commerciante rappresenta un anello della filiera produttiva del falso: rifornendosi fuori regione lo stesso fungeva da vera e propria centrale per l’approvvigionamento dei venditori abusivi che quotidianamente stazionano presso il centro storico di Piacenza”.

Guardia di finanza, scoperto magazzino con 300 capi contraffatti

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE