Luigi Gazzola salvò una bambina dallo stupro: intitolata una via di Travo

25 Aprile 2017

20170425-140354.jpg

Un uomo semplice, che non si tirò indietro dal salvare una bambina dallo stupro di un gruppo di tedeschi e mongoli, il 4 febbraio 1945. Luigi Gazzola, originario dei Pastori di Travo, pagò con la sua stessa vita il gesto eroico. Venne mitragliato, a soli 39 anni.

Oggi, 25 Aprile, l’amministrazione comunale e l’Associazione Nazionale Famiglie dei Caduti e Dispersi in Guerra gli hanno riconosciuto una via, che dal Municipio conduce alla provinciale. Tanta la commozione, dei numerosi presenti e dei figli, Guglielmo, di 87 anni, e Maria Lina, di poco più giovane, abbracciati dall’intera comunità, unita nel ricordo, tra i canti, gli alti ufficiali, la benedizione. “Democrazia e libertà sono scatole vuote se manca l’umanità”, ha detto il sindaco Lodovico Albasi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà