Il nido nella buca delle lettere: “Credevo fosse un regalo di Pasqua”

02 Maggio 2017


Per fare il nido hanno scelto la cassetta delle lettere e una coppia piacentina la mattina di Pasqua si è trovata otto uova al posto della posta. “Inizialmente pensavamo fosse un cesto regalo, ma guardandolo con più attenzione ci siamo accorti che non erano uova di cioccolato decorate ma uova vere”.
E’ il racconto dei protagonisti della vicenda, avvenuta a San Nicolò, che da allora non si sono più avvicinati al nido. Secondo il veterinario Riccardo Rossi del centro recupero per animali selvatici di Niviano, si tratta di un nido di cinciallegra. Sembra insolito, ma in realtà è già capitato che questo uccello passeriforme trasformi la buchetta della lettere nel suo nido. Purtroppo secondo l’esperto queste uova non verranno covate: “Questi animali – spiega – sono infatti molto sensibili ai cambiamenti, i genitori devono avere lo spazio di decollare e atterrare e basta il passaggio delle persone nelle vicinanze del nido per allontanarli”. Per chi si trovasse in una situazione analoga, la raccomandazione è quella di non toccare né avvicinarsi agli animali e nel caso di caduta dal nido, di raccoglierli utilizzando strumenti adeguati come ad esempio dei guanti in lattice”.
Nel frattempo l’attività del centro è sempre molto intensa: “Quasi quotidianamente nel Piacentino si registra un investimento di caprioli, in particolare nelle zone di Gossolengo, Gragnano, San Nicolò e San Bonico. La maggior parte muore, perché sono animali molto fragili. Quelli che sopravvivono vengono portati al centro dove facciamo il possibile per salvarli”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà