Centrale nucleare di Caorso, Sogin: “Scorie in partenza verso la Slovacchia”. Incontro in Regione

10 Maggio 2017

Incontro questa mattina, mercoledì 10 maggio a Bologna, tra Sogin e l’assessore regionale Paola Gazzolo, in merito allo smantellamento della centrale nucleare di Caorso. Sogin ha comunicato che il ministero dello Sviluppo economico ha richiesto alle autorità slovacche l’autorizzazione al trasporto delle resine radioattive da Caorso all’impianto di Bohunice, dove saranno trattate e condizionate. I manufatti, che rientreranno ridotti di volume e già idonei al successivo trasferimento al deposito nazionale, saranno stoccati nei depositi temporanei presenti nel sito.
Riguardo alle prossime attività, Sogin ha annunciato che a giugno termineranno i lavori per la realizzazione delle aree di stoccaggio provvisorio e di trattamento dei rifiuti radioattivi della centrale. Entro l’anno si aprirà quindi, sempre all’interno dell’edificio turbina, il cantiere per i lavori di adeguamento impiantistico di tali aree. Il valore complessivo di questa attività, stimato in 12 milioni di euro.
Nella nota inviata da Sogin si legge: “Dal punto di vista occupazionale Sogin ha ribadito che non solo resteranno invariati gli attuali livelli, ma sono state messe in campo una serie di azioni per valorizzare i lavoratori e le competenze presenti nel sito piacentino. È stato quindi confermato il ruolo strategico della Radwaste Management School (RMS) di Caorso”.

Comunicato stampa congiunto SOGIN – Regione Emilia-Romagna

© Copyright 2022 Editoriale Libertà