Ecco il Tribunale dopo i lavori: “Struttura storica sicura e a norma”

31 Maggio 2017

“Il tribunale di Piacenza versava in condizioni di abbandono e degrado, oggi siamo arrivati ad avere una struttura dignitosa e sono profondamente soddisfatto perché gli ambienti sono sicuri, con gli impianti a norma. Inoltre abbiamo ripristinato le forme originali di questo palazzo, dove dal 1580 vengono svolte le funzioni giurisdizionali. Questo grazie anche agli oltre 4 milioni arrivati dallo Stato per il consolidamento delle volte e dei solai”. Parole del presidente del tribunale di Piacenza Italo Ghitti, che oggi, mercoledì 31 maggio, nell’aula della Corte d’Assise ha ripercorso gli interventi di ristrutturazione della realtà di via Consiglio e in particolare della sezione penale, inaugurata di fronte a una nutrita rappresentanza delle istituzioni.

All’inaugurazione hanno preso parte infatti il sottosegretario alla giustizia Cosimo Ferri e il presidente della Corte d’Appello di Bologna Giuseppe Colonna.

“Sono vicino al pensionamento, spero che con questi lavori la comunità si ricordi anche di me” ha affermato Ghitti.

Sulle carenze di organico del Tribunale di Piacenza, lamentate dal presidente dell’ordine degli avvocati Graziella Mingardi, il sottosegretario Ferri ha affermato: “Sicuramente arriveranno magistrati a Piacenza, stiamo lavorando ed è stato attivato un bando nazionale, oggi però concentriamoci sulla giornata di festa”.

Complessivamente il costo dei lavori è di circa 6 milioni e mezzo di euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà