Il ponte ha bisogno di manutenzione urgente. “Lavori in estate”

Durante il cantiere la circolazione procederà a senso unico alternato.

10 Giugno 2017


Mentre prosegue il cantiere sul ponte sul Trebbia tra Piacenza e San Nicolò, è stata pubblicata una nuova gara per i lavori di rifacimento della pavimentazione del ponte di Castelvetro. In questi giorni la Provincia, come da procedura, ha sorteggiato dieci aziende per invitarle a formulare un’offerta. La gara precedente infatti non aveva portato all’aggiudicazione dei lavori, perché era arrivata una sola offerta da una società siciliana, che presentava un ribasso di oltre il 30%. La Provincia aveva chiesto le opportune giustificazioni, che non erano però pervenute.

Tutto da rifare, dunque, in tempi il più possibile rapidi. Il ponte in ferro, che separa Piacenza da Cremona, è infatti datato 1892 e secondo i tecnici necessita al più presto dei lavori. L’obiettivo della Provincia è di procedere durante l’estate. I tempi stimati per il cantiere sono di 60 giorni, al costo di 300mila euro. L’iter però non è semplice: una volta chiusa la gara nella prima settimana di luglio, bisognerà valutare l’ammissibilità delle offerte, giudicarle sul piano economico e procedere alla verifica di tutte le autocertificazioni presentate dalle aziende.
“Si tratta di lavori delicati, molto speciali, che non sono realizzabili da tutti”, precisa il dirigente Stefano Pozzoli. L’intervento prevede innanzitutto la rimozione della pavimentazione bituminosa tramite la scarifica. Inoltre il sottofondo verrà impermeabilizzato e prima della nuova pavimentazione si procederà alla stesura di uno strato con una rete di rinforzo in fibra di vetro. Verranno utilizzati materiali particolari per rendere la struttura più durevole e flessibile della precedente.
Durante il cantiere, la circolazione procederà a senso unico alternato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà