Comune: due dipendenti indagati anche per truffa. Assenteismo, prime difese: “Nessun illecito”

03 Luglio 2017


Nuovi particolari nell’inchiesta sull’assenteismo in Comune a Piacenza.
In un’indagine parallela, due dipendenti del settore manutenzione risultano indagati con l’accusa di truffa. Secondo gli inquirenti, uno dei due sarebbe entrato numerose volte nell’isola pedonale per motivi personali, passando sotto le telecamere ztl senza averne l’autorizzazione e collezionando quindi 137 multe, per un totale di 11mila euro. Sanzioni che poi si sarebbe fatto togliere grazie a un collega. In particolare, gli accessi contestati sono 34. Per le indagini sono stati eseguiti pedinamenti ed esami dei percorsi.

Oggi intanto sono proseguiti gli interrogatori dei 50 indagati, iniziati sabato. Circa 20 i lavoratori che sono comparsi davanti al giudice, quasi tutti si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Alcuni, però, hanno risposto alle domande, difendendo la legittimità del proprio operato: “Eravamo lontani dal posto di lavoro per ragioni di servizio e non abbiamo lavorato un minuto di meno rispetto a quanto prevede il nostro contratto”, hanno detto.
Gli avvocati difensori di tutti gli indagati con obbligo di firma (sono 39) hanno chiesto che sia tolto il provvedimento.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà