Venerdì l’autopsia su Mattia. La Procura indaga per omicidio colposo

05 Luglio 2017

A distanza di tre gironi dalla tragedia consumatasi all’interno della piscina comunale di Pontenure, quando per cause ancora da definire con chiarezza il piccolo Mattia Cattivelli, 6 anni, ha perso la vita, sembra per affogamento, a Pontenure è ovviamente ancora fortissimo il dolore per una scomparsa che ha sconvolto un paese intero. Come noto, il piccolo è stato recuperato dai bagnini nella vasca durante la mattinata di lunedì 3 luglio, mentre era in corso il tradizionale centro estivo gestito dal Csi. Del tutto inutili le manovre salvavita messe in atto dagli operatori di soccorso.

Per chiarire le cause effettive del decesso sarà necessario attendere l’esito dell’autopsia, che sarà effettuata venerdì mattina.

Nel frattempo, la Procura (come “atto dovuto”) ha avviato un’indagine per omicidio colposo, finalizzata a capire i comportamenti di tutti coloro che in quei tragici momenti si trovavano a contatto con i bambini. Proprio per questo, sono proseguiti per tutta la giornata di ieri, martedì 4 luglio, gli interrogatori da parte dei carabinieri: sono state ascoltate tutte le persone presenti nell’impianto al momento della tragedia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà