“Trattori con serbatoi a secco per la siccità”. Coldiretti chiede più gasolio, la Regione risponde

07 Luglio 2017

Se da un lato l’apertura delle paratie della diga del Brugneto sta iniziando a dare respiro sotto forma di acqua alla terra riarsa, dall’altro il clima torrido di questi giorni sta creando altre emergenze al tessuto produttivo piacentino. Una di queste riguarda ancora gli agricoltori: si tratta della carenza di gasolio agricolo, che in queste settimane viene utilizzato prevalentemente per far funzionare gli impianti di irrigazione e che ora comincia a scarseggiare nelle cisterne delle aziende agricole.

“Il clima anomalo – commenta il presidente di Coldiretti Piacenza Marco Crotti – sta costringendo gli agricoltori ad un consumo straordinario dei loro mezzi”. La situazione è grave e ha spinto Coldiretti Emilia Romagna a chiedere all’assessorato regionale all’Agricoltura un’assegnazione supplementare di gasolio agricolo, per poter garantire l’irrigazione e la raccolta successiva dei prodotti della terra.

“La concessione – conclude Crotti – risulta quindi fondamentale per consentire la conclusione dell’annata agraria e riuscire quindi ad ottenere i prodotti di qualità che ci contraddistinguono”.

Immediata la risposta della Regione, che il comunicato fa sapere che “ha già deliberato le assegnazioni supplementari necessarie al funzionamento dei mezzi impegnati a contrastare la siccità”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà