Quando un hobby cambia la vita: Francesco e Matteo, i re dei videogiochi

15 Luglio 2017

Quella di Francesco Ficarelli, 31 anni, e Matteo Nicolotti, 34 anni, è la storia di due appassionati di videogiochi che sono riusciti a trasformare un hobby in un gioco da 1milione e 700mila download conosciuto in tutto il mondo: Doom & Destiny.

I due ragazzi della provincia piacentina si sono incontrati al tempo dell’università grazie ad amici comuni e hanno sviluppato quella che era l’idea di Francesco: “Avevo creato il prototipo di una piccola avventura in cui prendevo in giro quattro miei amici che si rifiutano di provare i miei videogiochi. Questa parodia, alla fine, è piaciuta molto e mi hanno pregato di proseguire”.

I due ragazzi sono stati notati e premiati in competizioni internazionali che hanno fornito loro la spinta propositiva per proseguire, aprire una società con sede a Pontenure e assumere altri tre ragazzi. I videogiochi sono diventati il loro lavoro, i due ragazzi sono tra i pochissimi in italia che sviluppano videogiochi e si curano anche della vendita diretta all’utente finale. Oggi stanno lavorando alla terza versione di Doom & Destiny.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà