Corruzione nella sanità lombarda, tra i 22 indagati anche un manager piacentino

20 Luglio 2017

“Illecita e clientelare”: così i carabinieri del Nas di Milano hanno definito la gestione di una azienda ospedaliera, oggi Asst (agenzia socio sanitaria territoriale), al termine dell’indagine “Dominio”.
Sono 22 le persone raggiunte da un avviso di garanzia con le accuse a vario titolo di corruzione, abuso d’ufficio, truffa, riciclaggio e induzione indebita a dare e promettere denaro.
Perquisizioni e ordini di esibizioni di documenti, nell’ambito dell’indagine, sono state condotte in diverse città, tra le quali Piacenza: un manager di un’azienda sanitaria, residente nella nostra provincia, risulta indagato, anche se gli investigatori non hanno voluto rivelarne il ruolo per ragioni di riservatezza.

Secondo gli inquirenti, gli indagati favorivano l’assunzione di medici e paramedici condizionando i concorsi pubblici, percepivano soldi dalle case farmaceutiche in cambio di prescrizioni di farmaci e organizzazione di convegni ed eventi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà