Solitudine

Conquista la fiducia di un’anziana, si fa donare la casa e mette le mani su 400mila euro

14 agosto 2017

Vivere da sola, a 95 anni, in una casa ridotta a tugurio, con tre dita di fuliggine sulle pareti e un’incuria regnante ovunque. Soprattutto senza rendersi conto che quella persona così gentile che da anni l’andava a trovare tutte le estati sarebbe riuscita a carpirne la fiducia al punto da farsi donare l’immobile e intestare un patrimonio di 430mila euro circa.

C’è voluto l’intervento dei vigili del fuoco, qualche tempo fa, a sgomberare la donna da quella abitazione dichiarata inagibile e collocarla in una casa degna di questo nome; e c’è voluta l’azione attenta di procura e carabinieri per avviare degli accertamenti che hanno portato a indagare un 40enne per circonvenzione di incapace.

Giunge da una piccola frazione di un paese della Valnure questo ennesimo dramma della solitudine con protagonista una anziana senza parenti, diventata “preda” di pseudo benefattori che talvolta nutrono intenzioni tutt’altro che nobili.

Tutti i dettagli su Libertà in edicola oggi

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia