Vaccini obbligatori

“Tempi stretti”, Ausl invia i documenti ai genitori. Multe per gli inadempienti

25 agosto 2017

Scade il 10 settembre prossimo il termine per la presentazione dell’autocertificazione o della eventuale documentazione che attesti lo stato vaccinale dei figli che vanno all’asilo nido o alla scuola materna e per i quali la vaccinazione è diventata un obbligo di legge. La Regione spiega che: “Nella consapevolezza della ristrettezza dei tempi, è stato disposto che la documentazione sia inviata direttamente dalle Ausl alle famiglie; se lo stato vaccinale non sarà regolare rispetto all’età, i genitori riceveranno gli appuntamenti per le vaccinazioni”. I documenti ricevuti dalla propria Ausl saranno poi consegnati dalle famiglie alle scuole. In sostanza, i genitori dei bambini già iscritti ai servizi educativi 0/3 anni non dovranno presentare alcuna documentazione. Le aziende sanitarie infatti sono già in possesso degli elenchi dei bambini iscritti e comunicheranno lo stato vaccinale direttamente ai comuni o gestori dei servizi educativi.
“Le famiglie che non dovessero ricevere la comunicazione, per problemi logistici o in quanto residenti in altra Regione o per qualsiasi altro motivo, potranno comunque avvalersi della possibilità di presentare l’autocertificazione”.

Le certificazioni andranno presentate entro il 10 settembre 2017 per i nidi, materne e scuole dell’infanzia; entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo e in mancanza di queste, le famiglie potranno provvisoriamente sostituirle fino al 10 marzo 2018 con un’autocertificazione (il modulo è scaricabile dal sito www.ascuolavaccinati.it. ). Per tutte le famiglie inadempienti sono previste sanzioni economiche da 100 a 500 euro.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE