Crisi idrica

Diga del Molato asciutta. Restano 60mila metri cubi di acqua solo per il deflusso minimo vitale

31 agosto 2017


Niente piogge e nella diga del Molato di Nibbiano restano 60 mila metri cubi di acqua. Tanto quanto basta per assicurare il minimo deflusso vitale e non una goccia in più per l’agricoltura che ad oggi si approvvigiona solo dal fiume Po, tramite la derivazione di Pievetta a Castel San Giovanni. Resta la grossa incognita per il prossimo anno. Solo abbondanti piogge e nevicate invernali potranno rimpinguare le riserve ormai ai minimi storici.

I DETTAGLI IN EDICOLA OGGI, GIOVEDI’ 31 AGOSTO CON IL QUOTIDIANO LIBERTA’

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Tidone