Mongol Rally

Il piacentino Schiaffonati e tre amici attraverso 21 Stati e 170.000 chilometri

26 settembre 2017

Quattro amici, un’auto degli anni ottanta e 17000 chilometri percorsi tra l’Inghilterra e la Mongolia. L’idea estrema di partecipare al Mongol Rally è venuta al 26enne piacentino Stefano Schiaffonati, fotografo professionista che da un paio d’anni vive a Milano. Dopo aver convinto tre colleghi a iscriversi ad una delle esperienze on the road più famose al mondo (non una gara, solo una partenza e un arrivo senza percorsi predefiniti con un veicolo con una cilindrata massima di 1200 cc) ha speso 300 euro per acquistare l’automobile sui cui sedili avrebbero attraversato 21 Stati e vissuto 54 giorni indimenticabili. Lungo il tragitto l’Ascona si è guastata ben 14 volte, ma grazie a meccanici di varie etnie e alle nozioni dei quattro, “l’auto 32enne” non li ha mai abbandonati definitivamente. Le emozioni vissute dai quattro saranno raccontate attraverso le fotografie che verranno raccolte e pubblicate in un volume prossimamente. Parte del ricavato sarà devoluto all’associazione “IoNonCrollo” formata da volontari che operano a Camerino, un paese in provincia di Macerata, duramente colpito dal terremoto nel 2016.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza