Fenomeno migratorio

Residenti stranieri ancora in calo. Piacenza resta prima in Emilia Romagna

7 ottobre 2017

Piacenza è la provincia dell’Emilia Romagna con il maggior numero di residenti stranieri che sono 40.281 e rappresentano e 14% della popolazione. Seguono Parma con il 13.5% e Modena con il 12,9%. Il dato riferito al 1 gennaio 2017 è in calo rispetto all’anno precedente quando gli stranieri residenti erano 40.877. Nel Piacentino gli uomini stranieri sono 19.482, le donne 20.799. I principali Paesi di origine sono: Romania, Albania, Marocco, Macedonia.
Lo rivelano i dati dell’Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio che ha presentato il rapporto “Cittadini stranieri in Emilia-Romagna. Residenti e dinamiche demografiche”.
Castelsangiovanni è il secondo comune in regione per incidenza di stranieri (20,9%), all’ottavo posto in classifica si trova Piacenza (17.9%), al decimo Fiorenzuola (17.6%).
I dati rilevano anche che per il secondo anno consecutivo cala il numero degli stranieri residenti in Emilia-Romagna: circa 3.600 in meno all’anno. Con oltre 531 mila residenti di altra nazionalità presenti a gennaio 2017 (531.028), la regione si conferma comunque quella con la più alta incidenza di cittadini provenienti da Paesi stranieri rispetto al totale della popolazione residente; l’11,9%.
Dai dati del Rapporto emerge che gli stranieri residenti in regione hanno un’età media inferiore ai 34 anni, mentre quella degli italiani è di 47.

“Cittadini stranieri in Emilia-Romagna. Residenti e dinamiche demografiche”

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza