A Milano

Il fotografo Sebastiao Salgado premiato da Anmil. “Vicino agli ultimi”

20 ottobre 2017

Sebastiao Salgado, considerato tra i migliori fotografi a livello mondiale dei nostri tempi, questa mattina, venerdì 20 ottobre, ha ricevuto a Milano il premio Anmil 2017, Associazione nazionale mutilati e invalidi sul lavoro. “Ci deve essere un movimento collettivo per cambiare le cose altrimenti non cambia niente”. Sono le parole che l’artista ha rivolto al numeroso pubblico intervenuto all’inaugurazione della sua mostra “Kuwait. Un deserto in fiamme” all’interno della galleria Forma Meravigli di Milano.

“È stata un’immensa soddisfazione per noi poter consegnare questo premio a un grande artista che da una vita si occupa degli “ultimi” e anche dei temi legati allo sfruttamento del lavoro – ha sottolineato Giovanni Ferrari, presidente di Anmil Piacenza – quando gli abbiamo fatto presente di essere il destinatario di questo prestigioso riconoscimento ci ha invitati qui a Milano e noi ne abbiamo approfittato subito perché è una occasione che capita una volta nella vita”. Bruno Galvani, presidente nazionale della Fondazione Anmil ha aggiunto: “Abbiamo ritenuto di dare il premio a Salgado perché con le sue foto ha portato avanti due forti campagne, una sullo sfruttamento dell’uomo sul lavoro e la seconda sullo sradicamento della poliomelite in Africa. Sono entrambi due temi molto vicini all’associazione”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca