Accuse respinte

Sergio Giglio indagato a Roma per corruzione. “Estraneo ai fatti”

24 ottobre 2017

L’imprenditore piacentino Sergio Giglio risulta indagato dalla Procura di Roma per “corruzione in atti giudiziari”: secondo gli investigatori, assieme a un altro imprenditore e a un magistrato avrebbe versato presunte tangenti “per pilotare un arbitrato contando sulla presenza in commissione dell’avvocato Orazio Russo in qualità di presidente”. Ieri la guardia di finanza ha perquisito le abitazioni e gli uffici dei tre indagati.

“Il mio assistito è totalmente estraneo ai fatti. Siamo sereni e stiamo collaborando con la giustizia: Sergio Giglio non ha niente da nascondere proprio perché nessun comportamento illecito è stato portato avanti in questa storia”, è il commento dell’avvocato Roberto Rovero, legale dell’imprenditore piacentino.

TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE