Meteo e siccità

Anticipo d’inverno con neve sulle vette. Precipitazioni fino a mercoledì ma nessun beneficio per le dighe

6 novembre 2017


La pioggia caduta nella giornata di domenica 5 novembre è stata provvidenziale per le semine in pianura ma non ha prodotto benefici per gli invasi ancora a secco. “La precipitazione è stata tardiva ma positiva per le colture messe a dimora ma in montagna tutta l’acqua è stata trattenuta nel terreno e dunque non ci sono cambiamenti per la situazione delle dighe” ha commentato Fausto Zermani, presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza. A Mignano sono stati registrati 30 millimetri di pioggia e 18 al Molato ma sono stati trattenuti dal terreno assetato dopo mesi di siccità. Il livello del Po, in seguito alle piogge, è risalito sopra lo zero idrometrico di 40 centimetri. “Le precipitazioni proseguiranno fino a mercoledì a carattere di rovesci sparsi – fa sapere Vittorio Marzio di Meteovalnure.it – da giovedì la situazione migliorerà ma tornerà la nebbia”. La perturbazione che dalla giornata di sabato sta interessando il territorio piacentino è un anticipo di inverno, sulle vette più elevate, dai 1400 metri, sono caduti i primi fiocchi di neve (come mostra la webcam Adyda progetto8.net sul monte Bue), gli accumuli iniziano a registrarsi dai 1500 metri in su.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE